il Gwynedd

Oltre le desolate praterie orientali di Landmar vi è un territorio impervio spazzato dal vento, accarezzato dalle nevi e conteso dai lupi. I fiumi scendono ricchi di rapide verso valle e spariscono nella tetra foresta, corona verde di una landa di rocce e scogliere a picco sul mare.
E’ il Gwynedd: la penisola su cui sorge Aird Engard. Si dice che chi impari a sopravvivere in posti come questo sia poi in grado di affrontare qualsiasi difficoltà della vita.

Il clima è tipico dell’alta montagna vicina al mare: le scogliere sferzate dal vento conducono e lasciano spazzar via le nuvole e il sole forte si alterna alle gelate d’alta quota. E’ facilissimo trovare la neve nonostante una bella giornata di sole invernale.
Larici, pini e abeti caratterizzano le valli montane, mentre tra i cespugli di oede e mauera crescono fiori di rosanera.

Se il re delle foreste di confine è indubbiamente il grizzly, ben conosciuto dai cacciatori engardiani e preda ambita, il sovrano delle montagne è il lupo che seppur raro a vedersi è sempre stato presente nella zona già dai primi anni dopo la fondazione di Aird Engard.
Gli engardiani, grazie ai loro numerosi cani husky, tengono lontani i branchi di lupi anche a favore della cacciagione: lepri, cervi, cinghiali.

Un piccolo spazio va concesso anche alle alte scogliere: è tra la roccia sporcata dai bruni muschi al pelo di superficie d’acqua che i cacciatori più esperti catturano grandi crostacei, richiestissimi per i succulenti antipasti di locanda…

Gli husky
Laboriosi e tenaci compagni di avventure, gli husky sono il fedele amico di ogni engardiano. Adatti a trainare piccole slitte per la caccia o per rapidi spostamenti, viaggiano in gruppi di molti esemplari e sono in grado di coprire lunghe tratte soffrendo poco la fatica, che recuperano in fretta rosicchiando i resti di carne e le ossa delle prede macellate.